Questo sito richiede di avere JavaScript abilitato.

ultime news

Napoli – 16 Dicembre – “Le abilità di counseling: uno strumento per un trattamento logopedico centrato sulla persona.”

“Le abilità di counseling: uno strumento per un trattamento logopedico centrato sulla persona”

Evento n.3732-198380 Ed. 2

9,8 Crediti ECM per Logopedisti

Circolo ARCI

Via Luigi Rizzo, 11 – Napoli

16 Dicembre 2017

L’esperienza quotidiana professionale mi permette di affermare con sempre maggiore certezza l’utilità delle abilità di counseling per un professionista della relazione di aiuto quale è il logopedista. Tutte le volte che viene fatta una valutazione o una presa in carico ci si ritrova a dover accogliere il bambino e il ragazzo con la sua famiglia con tutte le dinamiche relazionali e comunicative sottese e conseguenti alla patologia stessa. Tutto ciò richiede una competenza relazionale e tecnica che raramente è nel bagaglio di base del logopedista stesso. Nel setting logopedico ascoltare il proprio paziente permette al paziente di aprirsi e spesso fa emergere il livello emotivo; la mancanza di strumenti per la gestione di queste emozioni talvolta genera nel professionista fatica emotiva, sconcerto o insuccesso terapeutico.

A tal fine l’uso di una metodica di lavoro integrato nella quale il logopedista attinge agli strumenti del counseling per gestire efficacemente ed usare a proprio vantaggio l’emergere delle emozioni nella stanza della terapia.

La relazione sanitario-paziente, processo complesso intriso di qualità umana e professionali che informa tutta la relazione tra un paziente ed il proprio sanitario, è il fattore più visibile e controverso dell’agire clinico del nostro tessuto sociale. Le conseguenze più eclatanti di una relazione inadeguata sono: la scarsa aderenza terapeutica dei pazienti (è noto che il 90% dei pazienti non segue le prescrizioni terapeutiche dei propri sanitari), la conflittualità aperta tra il paziente ed il sanitario che viene vissuto come freddo e tecnicistico e il burn out degli operatori sanitari. L’elemento centrale della relazione che cura è l’alleanza terapeutica.

La capacità di strutturare e mantenere nel tempo l’alleanza terapeutica richiede un insieme di competenze comunicative ed un postura relazionale, usualmente, estranee ai sanitari che si formano nelle università italiane che non attribuiscono ancora uno spazio sufficiente all’insegnamento di questi processi comunicativi.

 

 

Docente: Annamaria Cimmino – Logopedista/Counselor annamaria

 

 

 

 

 

 

 

PROGRAMMA FORMATIVO

 

IL COUNSELING NELLA TERAPIA LOGOPEDICA

 

  • La metodica A.L.I.
  • La qualità della relazione terapeutica nel modello integrato A.L.I.
  • Lo stile comunicativo e l’autostima
  • Linguaggio, Voce, emozioni e personalità
  • Accoglienza, anamnesi e valutazione
  • Gli effetti della comunicazione con la famiglia
  • Il contratto e la presa in carico

 

IL COUNSELING E LE ABILITA’ DI COUNSELING

 

  • Riferimenti teorici
  • Le abilità di counseling

Gli aspetti emotivi della comunicazione terapeutica

  • Come aiutare il paziente
  • Le caratteristiche fondamentali in una relazione di aiuto secondo l’approccio rogersiano: Relazione, Approccio, Utente (e non paziente), Comprensione, Empatia, Congruenza, Accettazione dell’individuo, Approccio non direttivo – Terapia centrata sul cliente.
  • L’ ascolto attivo
  • La postura esistenziale del terapista

 

Descrizione di casi clinici

Supervisione di casi clinici presentati dai corsisti

 

Durata 8 ore

Quota di iscrizione 100 €. Per iscrizioni entro il 30/11/2017   80 €.

Scarica la locandina

Prenotati online

Paga online

TOP
Contattaci

Non siamo online al momento, ma puoi mandarci una mail, ti risponderemo il prima possibile.

Domande, richieste o consigli? Siamo qui per risponderti!

Clicca 'INVIO' per chattare